domenica 13 settembre 2020

IL PREMIO INFAME

 

Carmela Faraone, giovane contadina di Luzzi, di temperamento sanguinario e di modi procaci che ne rilevano gli istinti sessuali, è sposata con Angelo Falbo dal 1931. Sebbene il matrimonio abbia prodotto il suo frutto, Carmela finisce per disgustarsi del marito e quindi, senza rendersi conto della gravità dell’atto che sta per compiere, trascinata dalla tendenza alla vita gaia ed avventurosa, si allontana dal tetto coniugale conducendo con sé il figlioletto e inizia a convivere con l’amante Francesco Martire, anch’egli coniugato con figli ...


CONTINUA A LEGGERE

domenica 6 settembre 2020

QUESTE SONO LE TRENTAMILA LIRE

 

Altomonte, ore 19,00 di uno degli ultimi giorni di maggio 1931.

Un giovanotto si aggira con aria furtiva intorno alla casa di Giuseppe Costante. È sicuro che i proprietari non sono in casa anche se la porta è socchiusa; quando non vede più nessuno in giro con quattro salti arriva davanti alla porta, la apre, entra e si chiude dentro

– Maria… Maria… – sussurra – sono io…


CONTINUA A LEGGERE

domenica 30 agosto 2020

IL FRUTTO DELLA PROPRIA COLPA

 


 A Gavassa, Rovacchi Ada a partorito un bimbo poi lanno sepelito e stata aiutata dalla sorella Ida che questa la messa sotto terra anche i ragazzi lo sanno tutti ne parlano abbiamo scritto al capitano dei carabinieri ma nulla si vede anche il medico sa che era gravida ora però lui ci guardi che tutti ne parlano lei stessa disse che era di 8 mesi..


CONTINUA A LEGGERE

domenica 23 agosto 2020

MI DEVI SPOSARE!

 


In una imprecisata notte del 1929, Concetta Pucci sorprende sua figlia Natalina Argento coricata nel suo letto con Luigi Crapanzano. Ovviamente, per evitare lo scandalo, i due giovani devono sposarsi, ma Luigi, sebbene amoreggi con Natalina da parecchio tempo e malgrado le molteplici sollecitazioni che riceve è riluttante a fare il grande passo. 


CONTINUA A LEGGERE


domenica 16 agosto 2020

UN MALEDETTO EQUIVOCO

 

Oreste, Antonio e Francesco consegnano alla sorella Serafina un pugnale ed una pistola ed escono da casa per andare all’appuntamento. Enrichetta li vede e li segue...

domenica 9 agosto 2020

UNA MORTE SOSPETTA

 

È il primo pomeriggio dell’8 agosto 1930 e i Carabinieri della stazione di Paola guardano il cadavere della donna a faccia in giù, sul fondo della vasca colma di acqua che serve per alimentare il mulino in contrada Carpinello. Qualche curioso si sporge dal muretto che circonda la vasca e si fa il segno della croce.


CONTINUA A LEGGERE







domenica 2 agosto 2020

LA MALA DI MONGRASSANO UCCIDE

Sotto il cadavere c’è la sua mantellina militare di colore grigio verde che soleva indossare per andare in campagna. Vicino al cadavere ci sono un ombrello ed una salvietta contenente pane, pesci salati e tre pezzetti di pino resinosi.
Ispezionando i dintorni, i Carabinieri scoprono alcuni particolari che farebbero pensare a un vero e proprio agguato studiato per bene...

lunedì 27 luglio 2020

DELITTO D'ONORE

– Mi chiamo Nicola Chianello, ho trent’anni e devo confessarvi che poco fa, in contrada Fosse, ho ucciso a colpi di pistola mia sorella Assunta e il suo amante, Domenico Runco… li ho sorpresi insieme…


CONTINUA A LEGGERE